Ultratrail: Corri, Bevi, Ama

#1 Elav on Board: La città di Bergamo vista da una Birra...

“Ogni mattina un'Ultratrail si sveglia e sa che dovrà correre..."

La brama di libertà, dell’aria che punge il viso e dei polmoni ricolmi della fresca brezza mattutina la portano ad etichettarsi alla svelta ed uscire per le strade quando ancora la città dorme. Bergamo sa essere tanto affollata quanto misteriosa alle prime luci del giorno.

elav on board

Oggi la scelta del percorso è piegata dal desiderio di solitaria libertà nella natura, sentore incalzante, specie di venerdì mattina...

Eccola quindi a corricchiare, scaldando corpo e mente, verso l’antico sentiero dei Vasi, che porta dalla località di Gallina al Colle Bastia. Ideale per un escursionista assetato, con i suoi 5,2 chilometri da via Ramera passando per il sentiero che corrisponde all'antico percorso dell'acquedotto romano, l’arrivo è in Colle Aperto, attraversando le vie Castagneta e Beltrami.

elav on board
elav on board

Il segnavia indica il numero 912, lo storico percorso che collega via Castagneta con via Ramera.

Lungo la via dei Vasi si trovano tre cisterne, utili un tempo per regolare il flusso dell’acqua, per permettere la sedimentazione delle impurità e per costituire una piccola riserva, più utili nel XXI° secolo per alternare la corsa allo stretching e tenere l’andatura costante.

Il percorso ha inizio accanto alla contrada, prosegue in un bosco di castagni per poi raggiungere il colle, la strada è segnata da secoli di viandanza e insegue le tracce del vecchio acquedotto, che ogni tanto affiora dalla terra lasciando segni di sé.

L’antica infrastruttura ha contribuito a dare forma al paesaggio, alla comunità bergamasca e a sviluppare la particolare agricoltura collinare, che è stata vitale fino a pochi anni fa. Un percorso di 3.544 metri portava l’acqua di varie sorgenti, dette “dello Scudo”, “del Bosco” e “della Valle del Pozzo”, all’interno delle mura venete, scendendo verso la città lungo il Sentiero dei Vasi, la vecchia strada comunale del Canale.

Correre qui significa ripercorrere il leggendario passato della città, fatto di intelligenza, abilità edilizia e complicità con le forze della natura. Nel cuore della città, ma nel verde di un bosco d’altri tempi.

Dopo un viaggio nel passato e una sudata liberatoria, torniamo alla nostra birra, la Ultratrail, frutto della stessa acqua e dello stesso lavoro certosino, che unisce la tradizione al lontano oriente, con sentori piccanti e dolci, matrimonio di zenzero e bacche di goji. Una birra leggera, dissetante e a basso grado alcolico, poco carbonata, con una luppolatura fresca e abbondante.

elav on board


elav on boardUltratrail Italian Runner Ale

Stile: Pale Ale
Malti: Pale, Monaco Chiaro, Crystal
Luppoli: Cascade, Palisade, Columbus
Altri ingredienti: Zenzero, Bacche di Goji

Pin It

Tags: Elav on Board