La quinta porta

#4 Elav on Board: La città di Bergamo vista da una Birra...

Raccolgo volentieri il testimone e vi porto a continuare il tour per la città “di sopra”.
Io sono la nuovissima Roots Coffee Stout, nuova sì, ma bergamasca dentro, e felice di farvi da cicerone per questa nuova On Board.

Se fino ad ora vi siete sentiti piccoli al cospetto di torri secolari, che si stagliano nel cielo del centro città, immaginando i rintocchi di antiche campane e sentendo sotto i vostri piedi i passi dei nostri più lontani antenati... ora è arrivato il momento di proseguire il viaggio e di condurre anima e corpo per nuove vie.

Questa volta lo sguardo non sarà solo rivolto al cielo, e vi verrà richiesto di immaginare qualcosa che oggi è solo in parte sotto ai nostri occhi.

Dalle armonie di Piazza Vecchia torniamo per la “corsarola”, giunti alla Torre del Gombito, oggi sede dello IAT, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, lo sguardo punta a sinistra, direzione Piazza del Mercato del Fieno.

Questo era un importante luogo di osservazione, quando la torre, un tempo di proprietà della potente famiglia ghibellina Del Zoppo, era un baluardo sicuro da cui si potevano controllare i movimenti dei viandanti provenienti dalle valli.

elav on boardTorre del Gombito, Bergamo Alta

Da questo storico crocicchio, punto d’incontro delle due principali vie dell’antica città romana, possiamo proseguire la passeggiata, direzione: Chiostro San Francesco. Superata la zona della piazza, adibita ora a parcheggio, l’atmosfera inizia a farsi più tranquilla, e ci si ritrova in un abbraccio mozzafiato tra le case alte e strette che si affacciano sul piazzale.

elav on board

Sul fondo, in pacata attesa, ci aspetta l’Ex chiostro San Francesco, un luogo tra il sacro e il profano, dove un tempo i francescani avevano eretto ed affrescato una chiesa, pari per dimensioni e bellezza, a quella di Santa Maria Maggiore.

Il chiostro è stato luogo di preghiera e di ascolto, ma anche un carcere, che è poi stato stravolto e in parte smantellato sotto la dominazione austriaca.

elav on boardChiostro San Francesco, Bergamo Alta

Fa piacere trovare quiete in questo luogo incantevole, varcata la soglia del portone ci si imbatte nel chiostro maggiore, il consiglio è di passeggiare comodamente, prendersi il tempo e con calma raggiungere il secondo chiostro da cui la vista è mozzafiato.

elav on boardChiostro San Francesco, Bergamo Alta

Lasciato questo angolo di mondo, la marcia continua, in mancanza del teletrasporto ci si mette in marcia, la meta è il "Forte di San Marco”, una specie di fortezza nella fortezza, una porzione delle mura cinquecentesche tra porta Sant’Alessandro e porta San Lorenzo.

Il Forte è stato costruito per reggere un potenziale assalto nemico alla Città dalla parte del colle di San Vigilio, e presenta tre bastioni e una garitta, quest'ultima visibile ancora oggi, l’unica ancora esistente delle trentadue che un tempo si alternavano lungo tutto il percorso delle mura.

elav on boardChiostro San Francesco, Bergamo Alta

Oltre alle cannoniere, alle gallerie di collegamento e a diversi passaggi sotterranei, tra i quali un cunicolo segreto che consentiva di raggiungere la fortezza del Castello di San Vigilio, il forte nasconde una protetta via di fuga, una porta, della quale solo i soldati erano a conoscenza.

elav on board

Il motivo della nostra trasferta qui, è appunto la visita alla quinta Porta di Città Alta.

Questo varco, detto Porta del Soccorso, non è facile da trovare, per scovarlo, bisogna raggiungere via Cavagnis e imboccare via Sotto le mura di Sant’Alessandro, a differenza delle imponenti e note quattro porte di Città Alta, questa è “travestita” da comune portone, il camuffamento è abile e l'obiettivo è quello di non destare sospetti e distogliere l’attenzione.

La quinta porta è stata l’ancora di salvezza della Città, o meglio lo sarebbe stata se Bergamo avesse subito un assedio. Se i nemici avessero messo pressione dall’esterno, o fossero riusciti ad invade Città Alta, la Porta del Soccorso, avrebbe rappresentato l’unica via di accesso e di fuga.

elav on board

elav on boardLa quinta porta detta "Porta del Soccorso", Bergamo Alta

Il punto è quindi strategico, specie considerata la vicinanza al Castello di San Vigilio, ultimo baluardo cittadino, lì esisteva anche un corridoio a cielo aperto, di cui resta solo il ricordo, che fungeva da collegamento diretto tra il forte e il castello e veniva usato per trasportare viveri e munizioni in sicurezza.

Qui il racconto si interrompe, riemergiamo dopo un tuffo nel passato e torniamo all’oggi, con le mani infreddolite e qualche brivido possiamo andare a cercare ristoro nelle vicinanze a voi la scelta.

elav on board


elav on boardRoots Coffee Stout


Stile: Oatmeal Stout
Malti: Pale, Fiocchi d'orzo, Fiocchi d'avena, Roasted Barley, Chocolate
Luppolo: Willamette
Altri Ingredienti: Caffè

 

Pin It

Tags: Elav on Board